L'iscrizione può essere disdetta in qualsiasi momento, seguendo le istruzioni riportate in calce ad ogni newsletter.

Chiudi Chiudi

Chiudi Chiudi

Dubai, fuori in 600 minuti

Dubai, fuori in 600 minuti

Data del viaggio: Dicembre 2017
Pubblicato il 24/06/2018
Località: Asia, Emirati Arabi

Ho perso il conto di quante volte mi sono trovato a transitare all'aeroporto di Dubai.
Eppure, vuoi perché la coincidenza dei voli era risicata o perché mi ci trovavo alle 3 del mattino, non ho mai visitato la città. Mi limitavo a contemplare il Burj Khalifa (attualmente il grattacielo più alto del mondo) dalle ampie vetrate del terminal.

Quanto tempo effettivamente serve per visitare Dubai?
Quant’è il numero minimo di ore necessarie per andare dall’aeroporto alle maggiori attrazioni turistiche e tornare indietro?

Se pensate che anche voi vi troverete a breve davanti a questo dilemma, allora leggete fino alla fine, poiché vi dirò esattamente cosa visitare, come andarci e di quanto tempo avete bisogno.

Come muoversi a Dubai

Prima di indicarvi cosa visitare è importante capire com’è Dubai vista dall’alto.

La mappa interattiva in testa all’articolo è utile, ma anche spiegarlo a parole è semplicissimo: praticamente Dubai si sviluppa in lunghezza con una striscia di palazzi che si affacciano sul mare, all’estremità nord si trova l’aeroporto e all’estremità sud la Marina. In mezzo ci sono tutte le altre attrazioni. Per andare dal punto A (l’aeroporto) al punto B (la Marina) c’è una velocissima metropolitana.

Fantastico allora!
Perciò in poche ore con la metropolitana che parte dall’aeroporto posso visitare tutta Dubai!

Beh, attenzione però! Ho detto che la metropolitana è veloce, non supersonica.
Dipende da quanto tempo avete, tenete presente che per raggiungere la Marina ci vuole almeno un’ora e mezza solo andata.

Ci sono comunque anche delle mete interessanti a metà strada.
Giusto per farvi un’idea date un’occhiata al video adrenalinico in cui ho filmato la corsa dall’aeroporto al Burj Khalifa.

Occhio però! 

Mentre sugli specchietti retrovisori delle macchine americane c’è stampato “Gli oggetti nello specchietto sono più vicini di quello che sembrano”, in questo caso poiché il video è accelerato, “Le destinazioni nel video sono più lontane di quello che sembrano.”

Cosa visitare a Dubai

Dubai come la conosciamo oggi ha poco più di un paio di decenni, prima era un porticciolo da cui partivano le barche per la pesca delle perle. Perciò di storico da visitare non c’è nulla, fatta eccezione forse per il museo ospitato dentro all’antico forte di Saruq Al Hadid.
Anche se andate sul sito ufficiale dell’Ente del Turismo di Dubai, vedrete che non pubblicizzano niente di storico/culturale: per l’Ente del Turismo di Dubai qui si viene a fare shopping, a cenare in ristoranti raffinati e a soggiornare in hotel lussuosi. Se proprio volete fare qualcosa di diverso, al massimo vi propongono una cammellata nel deserto.

Detto questo, a meno che non siate una shopping victim, senza tema di smentite posso tranquillamente affermare che per visitare Dubai basta una giornata.

Ti è piaciuto fino ad ora il racconto del viaggio?

Prima di continuare nella lettura, seguimi sulla mia pagina Facebook cliccando il pulsante qui sotto!
Oltre a poter vedere tempestivamente le nuove fotografie, avrai l'occasione di leggere le migliori pubblicazioni sui viaggi che raccolgo in giro per la Rete.

 

Il Burj Khalifa

Qualsiasi attività a Dubai, che sia un acquario, un cinema o una pista da sci (non sto scherzando), è costruita nel contesto di un centro commerciale. Nessuno a Dubai va a farsi una passeggiata sotto il sole, il tempo libero si passa dentro i centri commerciali.

Anche l’attrazione più famosa, il Burj Khalifa, cioè l’attuale grattacielo più alto del mondo, neanche a farlo apposta è costruito sopra al più grande centro commerciale di Dubai. Lo shopping center è talmente sontuoso che dentro vi troverete persino l’acquario con la vasca più grande del mondo, dieci milioni di litri che ospitano trentatremila pesci.

Rispondo alla domanda che tutti vi state chiedendo: sì, è possibile salire sul grattacielo!
Non si arriva all’ultimo piano, molto vicini però.
L’esperienza più interessante è il viaggio in ascensore: la velocissima cabina (18 metri al secondo) è al buio e sulle pareti interne viene proiettata una simulazione in cui la vostra altitudine viene messa in relazione ad altre illustri costruzioni dell’umanità. Non so se mi sono spiegato, il vostro corpo percepisce l’accelerazione della salita, mentre gli occhi vedono un paesaggio impossibile, è come volare circondati dai monumenti più famosi al mondo.

Se come nel nostro caso non avete tempo per affrontare la lunga coda e inoltre volete salire ancora più in alto dei comuni turisti, allora potete comprarvi il biglietto VIP: preparatevi mentalmente a sborsare più di 100 euro a cranio.
Dubai curiosamente è così: cara, ma ti viene sempre offerto di spendere qualcosa in più per staccarti dalla plebe.

Vuoi salire qualche di piano in più sul Burj Khalifa?
Vuoi viaggiare nella carrozza di testa della metropolitana?
Allora con un “piccolo” sovrapprezzo puoi averlo.

Sì lo ammetto, ho speso qualcosa di più per avere il biglietto Gold della metropolitana, però è grazie a questo che ora potete vedere il video pubblicato sopra.

Prima di andarvene se avete tempo non potete esimervi dall'assistere allo spettacolo delle fontane, anche in questo caso si tratta di qualcosa di faraonico: disposti lungo una distanza equivalente a 3 piscine olimpioniche, i getti spingono l'acqua oltre 150 metri in altezza, mentre 6600 proiettori li illuminano!

Le fontane al Burj Khalifa

I suk e il mercato dell’oro

Se siete alla ricerca disperata di qualcosa di folkloristico e tradizionale, allora l’unica cosa è andare a fare una passeggiata ai suk delle spezie (fermata Al Ras della metropolitana). Non sarà niente di memorabile, però per fare un paio di scatti fotografici non è male.
Forse più interessante è il poco distante mercato dell’oro: a me prima di allora non era mai capitato di vedere tanto oro tutto assieme… e non stiamo parlando di anellini, ho visto in vetrina interi vestiti fatti d’oro e pietre preziose. Deve essere un’esperienza interessante quella di passeggiare indossando il corrispettivo del PIL di qualche piccola nazione del terzo mondo.

Il mercato dell'oro di Dubai

In zona troverete anche molti barcaioli che vi proporranno un giretto in barca lungo il Khor Dubai: l’abbiamo fatto e vi dico che potete tranquillamente evitarlo senza alcun rimorso, piuttosto fatevi un giretto in barca alla Marina che è cento volte meglio.

La Marina di Dubai

A circa un’ora e mezza di metropolitana dall’aeroporto, scendendo alla fermata Jumeirah Lake Towers, si trova la Marina di Dubai. A parte ovviamente il centro commerciale Dubai Marina Mall che non poteva mancare, la zona è molto frequentata anche all’aperto. Imbarcazioni turistiche navigano circondate dai grattacieli, mentre pigri commensali le osservano dai ristoranti e dai pub.

Marina di Dubai

Dove dormire a Dubai

Come ho affermato sin dall’inizio di questo reportage, non abbiamo dormito a Dubai.

E allora come potresti essere in grado di consigliarci qualcosa?

Diciamo che se mai dovessi passare una notte a Dubai, penso che mi toglierei lo sfizio di dormire in uno dei due hotel più lussuosi e famosi al mondo, ovvero il Burj Al Arab Jumeirah il famoso hotel a forma di vela divenuto ormai icona della città, oppure l'Atlantis The Palm sito sulla famosa isola artificiale a forma di palma.

Ecco magari in entrambi i casi eviterei la suite più costosa, ma solo perché il massimale della mia carta di credito non arriva a venticinquemila euro.

Ti è piaciuto il diario del viaggio?

Segnala il tuo apprezzamento e condividilo con gli amici cliccando il pulsante qui sotto!
Mi aiuterai così a diffonderlo sul web.

 
Galleria Fotografica del Viaggio
1/152/153/154/155/156/157/158/159/1510/1511/1512/1513/1514/1515/15
Clicca sull'immagine per vedere la successiva
Dubai

Dubai

Gita in barca lungo il Khor Dubai.

Sei il lettore numero 1.132.

Commenti e domande

comments powered by Disqus
Licenza Creative Commons
Le fotografie, i video, la grafica e i testi di Andata/Ritorno sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.

Articolo successivo

Il Perù da zero a 5000

Articolo successivo

Burj Al Arab Jumeirah

5/5

Innanzitutto voglio essere sincero: non ho dormito a Dubai, dunque i due hotel che consiglio in realtà sono quelli dove probabilmente sarei andato, più che altro perché almeno una volta nella vita uno dovrebbe prendersi questo sfizio. Il Burj Al Arab Jumeriah è diventato l'icona di Dubai, stiamo parlando della famosa "vela". Mi incuriosisce molto il ristorante con vista sull'acquario.

Atlantis The Palm

5/5

Questo invece come a lusso non ha niente da invidiare al precedente. Stiamo parlando del faraonico hotel costruito sull'isola artificiale a forma di palma, al largo della Marina di Dubai.

Dove ho dormito durante il viaggio?

Booking.com
Ti piace questo sito? Idea R: Web Design, Web Marketing, Web Analysis & Social Media Strategies

Potrebbero interessarti

Singapore, la prende così o gliela incarto?

Singapore, la prende così o gliela incarto?

Due giorni a passeggio per la colorata e multietnica capitale asiatica dello shopping.

Quattro maghi in Cina

Continua l'avventura dei nostri 4 illusionisti. Con l'occasione della loro tournée, visiteremo la Cina e le sue innumerevoli contraddizioni.

Ultimi pubblicati

Il Perù da zero a 5000

Il Perù da zero a 5000

Dalla Foresta Amazzonica alle Ande, passando per laghi d'alta quota, deserti aridi, canyon vertiginosi e spiagge meravigliose. La scelta non manca!

Norvegia, caccia all'aurora boreale

Norvegia a gennaio vuol dire immagini da cartolina, ma soprattutto caccia alla sfuggevole aurora boreale: consigli per non tornare a mani vuote.

I più letti

Messico del Nord, un mestiere pericoloso

Messico del Nord, un mestiere pericoloso

Lontano dalle abituali rotte del turismo messicano, visitiamo le più belle città coloniali del Messico e partecipiamo assieme alle fiere paesane.

Sulawesi, vacanza con il morto

Avventura fai-da-te in una delle isole più grandi e sconosciute dell'Indonesia, tra insoliti riti funerari e meravigliose immersioni subacquee.

Scelti dalla redazione

Ko Tao, Ko Phangan o Ko Samui? In quale andare?

Ko Tao, Ko Phangan o Ko Samui? In quale andare?

Quale scegliere fra Ko Tao, Ko Phangan e Ko Samui? Per scoprirlo ci sono dovuto andare. Forse questo è l'articolo che stavi cercando.

Kalimantan, se non è avventura questa!

Oranghi, coccodrilli, sanguisughe... scopriamo assieme il Kalimantan (Borneo indonesiano) per vivere la più esotica avventura della nostra vita.
Viaggio in Borneo

Torna all'inizio